Logo Regione Autonoma della Sardegna
SISTEMA SANITARIO DELLA SARDEGNA
sardegnasalute  ›  approfondimenti  ›  sicurezza alimentare  ›  fitosanitari

Controllo sui prodotti fitosanitari

Il sempre maggiore impiego sia nel settore agricolo che extragricolo dei prodotti fitosanitari assume particolare rilevanza sanitaria soprattutto in relazione ai danni che, per eccessiva e perdurante esposizione a tali prodotti, possono derivare per la salute di tutti coloro che a diversi livelli li utilizzano.
Un uso scorretto di tali prodotti può costituire un non trascurabile rischio di contaminazione sia delle derrate alimentari destinate al consumo umano ed animale, che dell'ambiente, in modo specifico del patrimonio idrogeologico.
La normativa vigente in materia, in particolare il Decreto Ministeriale 23 dicembre 1992, indica numero e tipologie minimali dei campioni di alimenti di origine vegetale ed animale, prodotti in ambito regionale o extra regionale, da sottoporsi ogni anno a controlli ufficiali per la ricerca di residui di sostanze attive dei presidi sanitari.
Il più recente Regolamento di Esecuzione (UE) N. 788/2012 della Commissione del 31 agosto 2012 relativo a un programma coordinato di controllo pluriennale dell’Unione per il 2013, il 2014 e il 2015, destinato a garantire il rispetto dei livelli massimi di residui di antiparassitari e a valutare l’esposizione dei consumatori ai residui di antiparassitari nei e sui prodotti alimentari di origine vegetale e animale, stabilisce tipologia e quantità di alimenti di origine animale e vegetale da sottoporre ad analisi.
Al fine di attuare sul territorio regionale un sistema di controllo del commercio dei prodotti fitosanitari (presso i locali di deposito e vendita, sulla adeguatezza di etichettatura e dei prodotti, sul rispetto della composizione rilevata con quella dichiarata), del loro impiego da parte degli utilizzatori, nonché di verificare la presenza dei residui negli alimenti., l’Assessorato regionale dell’Igiene e sanità e dell’assistenza sociale, ha approvato il Piano "Piano Regionale di Controllo Ufficiale sulle matrici alimentari, sul commercio e sull'impiego dei prodotti fitosanitari 2015/2018".
L’attuazione del piano di controllo è affidato ai Dipartimenti di prevenzione delle ASL. Le analisi sono svolte a cura dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale della Sardegna.
L'autorità regionale responsabile del coordinamento delle attività relative agli adempimenti è il Servizio prevenzione, Settore Igiene degli alimenti e delle bevande dell’Assessorato della Sanità.

Consulta i documenti
- Piano Regionale di Controllo Ufficiale sulle matrici alimentari, sul commercio e sull'impiego dei prodotti fitosanitari - anni 2015-2016-2017-2018 - scheda 10 del P.R.I.C
- Decreto Ministeriale 23 dicembre 1992
- Regolamento di Esecuzione (UE) N. 788/2012 della commissione del 31 agosto 2012
- Decreto del Presidente della Repubblica del 23 aprile 2001, n° 290


ultimo aggiornamento 2 novembre 2015