Logo Regione Autonoma della Sardegna
SISTEMA SANITARIO DELLA SARDEGNA
sardegnasalute  ›  area operatori  ›  prontuario terapeutico

Il Prontuario terapeutico: uno strumento importante

Oggi siamo curati sicuramente molto meglio che in passato: finalmente, dunque, una buona notizia. Sino alla fine dell'Ottocento, infatti, l'assistenza sanitaria si basava per lo più sulle opinioni di ciascun medico, costruite sull'insegnamento dei suoi "Maestri" e sulla propria esperienza. I risultati delle cure, occorre ammetterlo, non erano entusiasmanti. Sfogliando i manuali di medicina anche di qualche decennio fa, si resta colpiti dalla bizzarrie di alcune terapie e, molto spesso, dai pericoli ai quali erano esposti i malati. I progressi compiuti si spiegano con i risultati ai quali è giunta la ricerca scientifica, ma non solo: uno dei fattori che più hanno favorito i miglioramenti conseguiti dalla medicina è la comunicazione che si è instaurata tra gli operatori sanitari. Condividere le proprie esperienze, sia positive, sia negative è un elemento decisivo per il progresso della scienza. Dal confronto, scaturiscono molto spesso dei punti di vista in comune; in Medicina, sempre più di frequente queste comuni convinzioni diventano dei documenti capaci di guidare l'attività di assistenza sanitaria messa in atto dal medico, dall'infermiere, dal farmacista e dagli altri operatori.
Il Prontuario terapeutico è una selezione dei farmaci autorizzati basata sulle evidenze scientifiche disponibili (in termini di efficacia, profilo di rischio e sostenibilità economica), rappresenta un importante elemento per il governo clinico del farmaco e costituisce uno strumento per gestire ed ottimizzare la prescrizione farmaceutica.
L'autorizzazione dei nuovi medicinali
Le autorità sanitarie vigilano sull'immissione in commercio di nuovi medicinali; la procedura di autorizzazione può avvenire a livello nazionale o, come avviene sempre più spesso, a livello europeo e si basa sui criteri di qualità, sicurezza ed efficacia dei nuovi prodotti.
A cosa serve un Prontuario terapeutico?
Perché possono esistere guide all'uso dei farmaci diverse a seconda delle diverse Regioni o delle differenti Aziende Sanitarie o ospedaliere? Perché esistono dei Prontuari farmaceutici locali? A differenza della Farmacopea ufficiale, un prontuario costruito da operatori sanitari attivi in un unico setting ospedaliero o territoriale più che un mezzo amministrativo è uno strumento culturale.

Prontuario terapeutico regionale aggiornato a luglio 2016 [file.pdf]

Consulta i documenti sul sito istituzionale:

Decreto dell'Assessore dell'Igiene e Sanità e dell'Assistenza sociale n. 8 del 18 febbraio 2013
Decreto dell'Assessore dell'Igiene e Sanità e dell'Assistenza sociale n. 12 del 6 maggio 2013
Decreto dell'Assessore dell'Igiene e Sanità e dell'Assistenza sociale n. 26 del 5 settembre 2013
Decreto dell'Assessore dell'Igiene e Sanità e dell'Assistenza sociale n. 9 del 14 febbraio 2014
Decreto dell'Assessore dell'Igiene e Sanità e dell'Assistenza sociale n. 17 del 21 luglio 2014
Decreto dell'Assessore dell'Igiene e Sanità e dell'Assistenza sociale n. 12 del 23 marzo 2015
Decreto dell'Assessore dell'Igiene e Sanità e dell'Assistenza sociale n. 22 del 20 maggio 2015
Decreto dell'Assessore dell'Igiene e Sanità e dell'Assistenza sociale n. 30 del 30 luglio 2015
Decreto dell'Assessore dell'Igiene e Sanità e dell'Assistenza sociale n. 42 del 11 novembre 2015
Decreto dell'Assessore dell'Igiene e Sanità e dell'Assistenza sociale n. 3 del 12 gennaio 2016
Decreto dell'Assessore dell'Igiene e Sanità e dell'Assistenza sociale n. 32 del 18 luglio 2016


Informazione a cura dell'Urp della Sanità

ultimo aggiornamento 9 novembre 2016