Logo Regione Autonoma della Sardegna
SISTEMA SANITARIO DELLA SARDEGNA
sardegnasalute  ›  approfondimenti  ›  piani mirati di prevenzione

Piani Mirati di Prevenzione

PMP
Il Piano Mirato di Prevenzione (PMP) costituisce lo strumento in grado di organizzare in modo sinergico le attività di assistenza e di vigilanza alle imprese.
Il percorso del Piano Mirato di Prevenzione prevede tre fasi (assistenza, vigilanza e valutazione efficacia).
In linea con quanto indicato dal Piano Nazionale della Prevenzione 2020-2025, 3 dei 10 Programmi Predefiniti del Piano Regionale della Prevenzione 2020-2025 si sviluppano con l’attuazione di 8 Piani Mirati di Prevenzione (PMP).
La scelta dei PMP è stata effettuata a livello regionale sulla base delle specificità territoriali, delle esigenze dettate dalle evidenze epidemiologiche, dal contesto socio-occupazionale, con particolare riferimento agli eventi infortunistici e tecnopatici più frequenti e più gravi nella popolazione lavorativa sarda, nonché per intervenuti nuovi disposti normativi.

PROGRAMMI PREDEFINITI
- PP6 [file zip]
PMP per il rischio da esposizione ad amianto nell’ambito della rimozione delle tubazioni interrate in
cemento amianto
PMP dei rischi di malattie professionali nel comparto pesca
PMP del rischio da esposizione al radon nei luoghi di lavoro sotterranei, nei luoghi di lavoro semi
sotterranei o al piano terra in aree a rischio/aree prioritarie, negli stabilimenti termali (D.Lgs.
101/2020)

- PP7 [file zip]
PMP del rischio cadute dall’alto nel comparto edilizia
PMP dei rischi legati all’utilizzo di attrezzature agricole nel settore agricoltura

- PP08 [file zip]
PMP del rischio stress lavoro correlato nel comparto sanità
PMP del rischio da sovraccarico biomeccanico - prevenzione patologie professionali
muscoloscheletriche nel comparto trasporti e logistica
PMP del rischio cancerogeno per esposizione professionale a polveri di legno duro

I suddetti PMP verranno attuati attraverso la promozione di buone pratiche aziendali e con l’attività di assistenza e vigilanza dei Servizi di Prevenzione e Sicurezza Ambienti di Lavoro (SPreSAL) delle ASL, con l’obiettivo di prevenire infortuni e malattie professionali in diversi settori lavorativi.

Nel 2022 per ognuno degli 8 PMP è stato elaborato un documento di buone pratiche e una scheda di autovalutazione aziendale. Sono stati, inoltre, tenuti i seminari di avvio dei vari PMP con la presentazione delle buone pratiche e delle schede di autovalutazione aziendale che le imprese dovranno compilare e restituire allo SPreSAL della ASL territorialmente competente.

Nel 2023 verranno tenuti dei corsi per le figure della prevenzione delle imprese.

Nel 2024 e 2025, parallelamente alla vigilanza, verrà effettuata una valutazione dei risultati.


Informazione a cura dell'Urp della Sanità

ultimo aggiornamento 23 dicembre 2022