Logo Regione Autonoma della Sardegna
SISTEMA SANITARIO DELLA SARDEGNA
sardegnasalute  ›  approfondimenti  ›  veterinaria pubblica  ›  piano farmacosorveglianza

Piano farmacosorveglianza

gatto veterinaria
La farmacosorveglianza rientra tra i controlli ufficiali finalizzati a salvaguardare la salute pubblica e il benessere animale che si realizzano in tutte le fasi che vanno dalla produzione, commercializzazione e impiego del farmaco nell’animale.

La farmacosorveglianza veterinaria è basata sui controlli eseguiti dall’autorità competente al fine di prevenire e reprimere l’uso improprio o l’abuso dei medicinali nei confronti degli animali da reddito e non.

Le attività inerenti la farmacosorveglianza sono svolte dai servizi veterinari dell’igiene degli allevamenti e delle produzioni zootecniche delle Aziende Sanitarie Locali della Sardegna presso:
- gli impianti di allevamento di animali destinati alla produzione di alimenti per l’uomo;
- gli impianti di cura, di allevamento e di custodia di animali non destinati alla produzione di alimenti per l’uomo;
- le farmacie;
- i centri di distribuzione all’ingrosso e al dettaglio;
- i medici veterinari zooiatri e liberi professionisti.

L’Assessorato dell’Igiene e Sanità e dell’Assistenza Sociale con l’approvazione del Piano di farmaco sorveglianza intende pianificare le attività relative alla farmacosorveglianza conformemente all’articolo 88 del decreto legislativo 6 aprile 2006, n 193 “Attuazione della direttiva 2004/28/CE recante codice comunitario dei medicinali veterinari”.
La pianificazione delle attività rientra nel più ampio contesto della programmazione dei controlli ufficiali del Regolamento CE n. 882/2004 che devono essere effettuati lungo l’intera filiera, periodicamente, con frequenza appropriata ed in base alla valutazione dei rischi.

La finalità prioritaria del piano è la tutela della sanità pubblica ed animale mediante il controllo ed il monitoraggio della corretta gestione del farmaco su tutta la filiera.
Nel contempo viene tutelato:
- la salubrità dei prodotti di origine animale e quindi anche la loro valorizzazione;
- il benessere degli animali.

Gli obiettivi specifici del piano sono:
- verificare il possesso ed il mantenimento dei requisiti strutturali e gestionali degli impianti e delle attività oggetto delle verifiche;
- assicurare l’effettuazione dei controlli con modalità coordinate, integrate ed uniformi;
- implementare un sistema di raccolta dati razionale e di facile utilizzo, che assicuri le comunicazioni in tempi certi tra i vari organismi di controllo.

- Consulta sul sito istituzionale il Piano regionale di farmacosorveglianza 2015/2017 - scheda 16 del P.R.I.C.


Informazione a cura dell'Urp della Sanità

ultimo aggiornamento 2 novembre 2015