Logo Regione Autonoma della Sardegna
SISTEMA SANITARIO DELLA SARDEGNA
sardegnasalute  ›  area operatori  ›  ricetta elettronica dematerializzata

Ricetta elettronica dematerializzata

ricetta elettronica
La ricetta elettronica dematerializzata è stata istituita dall'art. 11, comma 16, del Decreto Legge n. 78/2010, convertito con legge n. 122 del 30 luglio 2010, che prevede la sostituzione della ricetta medica cartacea attualmente in uso per le prescrizioni di farmaci, di esami e prestazioni specialistiche a carico del Servizio Sanitario Nazionale (la ricetta rossa) con la trasmissione telematica dei dati della ricetta medesima al Ministero dell’Economia e delle Finanze (MEF), introducendo il concetto di ricetta elettronica dematerializzata o, più semplicemente, ricetta dematerializzata.

Il MEF, con il Decreto del 2 novembre 2011 “Dematerializzazione della ricetta medica cartacea”, ha quindi definito le modalità tecniche con cui le ricette mediche cartacee possono essere sostituite dalle ricette dematerializzate, stabilendo che quando il medico prescrive al proprio assistito farmaci, esami o prestazioni specialistiche, deve inviare telematicamente al Sistema di Accoglienza Centrale (SAC) tutte le informazioni necessarie (dati anagrafici, codice fiscale dell'assistito e prescrizione) e da esso riceve un Numero Ricetta Elettronica (NRE), univoco a livello nazionale, che consente l’erogazione delle prestazioni richieste. Il medico stampa e consegna il promemoria della prescrizione che riporta i medesimi dati, su carta semplice, che il paziente può utilizzare in farmacia o presso le strutture sanitarie pubbliche o private accreditate.

Il promemoria contiene tutte le informazioni necessarie per poter ottenere i farmaci o le prestazioni richieste, ma non deve essere considerato una ricetta valida, mancando ad esempio la firma del medico. Il promemoria serve per permettere all’erogatore di richiamare dal SAC, attraverso la combinazione del NRE e del codice fiscale dell’assistito, i dati della prescrizione dematerializzata, della prestazione da erogare comprensivi dell’indicazione dell’eventuale esenzione dalla compartecipazione dalla spesa sanitaria. La ricetta dematerializzata può essere erogata una volta sola, essendo associata ad un NRE univoco che tiene traccia della vita della ricetta sul SAC a livello nazionale.

La dematerializzazione della ricetta medica comporta innumerevoli vantaggi per il sistema sanitario in termini di efficienza, risparmio e diminuzione degli errori, senza generare disagi per il cittadino che, come di consueto, può andare in farmacia o nella struttura sanitaria con il promemoria insieme alla propria tessera sanitaria, così come faceva con la ricetta rossa, a ritirare il farmaco prescritto o ricevere la prestazione prescritta. Analogamente può utilizzarlo per prenotare al CUP di qualsiasi regione italiana essendo valido a livello nazionale.

In Regione Sardegna la ricetta dematerializzata è stata introdotta con la Delibera n. 13/4 del 31 marzo 2015, in cui la Giunta regionale ha incaricato l’Assessorato dell’igiene e sanità e dell’assistenza sociale di portare a compimento il progetto della ricetta medica dematerializzata. La Giunta ha anche stabilito il formato del promemoria per le prescrizioni di farmaci e di prestazioni specialistiche e stabilito le linee guida per il medico prescrittore e per l’erogatore farmacista.

Con Delibera n. 32/51 del 8 agosto 2019 la Giunta ha approvato il Catalogo delle prestazioni specialistiche ed esami da utilizzare per le prescrizioni dematerializzate. Il Catalogo consente al medico di specificare con maggior dettaglio la prestazione che sta prescrivendo, agevolando in tal modo l’attività dell’erogatore e del sistema di prenotazione CUP. Le tariffe delle prestazioni e le regole di prescrivibilità restano inalterate e si applicano anche alla prescrizione con ricetta dematerializzata.

Con Delibera n. 42/35 del 22.10.2019 la Giunta ha approvato la messa a regime della ricetta dematerializzata ed ha emanato le linee guida regionali per i medici prescrittori e per le strutture erogatrici pubbliche e private accreditate.

Gli operatori sanitari possono richiedere assistenza scrivendo all'indirizzo di posta elettronica evomedir.assistenza@sardegnait.it, specificando la problematica per la quale si richiede supporto e indicando un numero telefonico al quale si desidera essere ricontattati, oppure chiamando il numero verde 800 667799, da rete fissa, dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle 13.00 e dalle ore 15.00 alle 18.00, o al numero 070 2779419, da rete mobile (tariffa operatore).

I suddetti documenti sono soggetti ad aggiornamento e revisione, per cui, in questa sezione, si riporta sempre e solo la versione più aggiornata.

Consulta i documenti

- Linee guida per il medico prescrittore (agg. a Ott. 2019) [file.pdf]
- Linee guida per la struttura erogatrice (agg. a Ott. 2019) [file.pdf]

- Catalogo delle prestazioni specialistiche ed esami oggetto di prescrizione medica dematerializzata. Approvazione modifiche ed integrazioni - Determinazione n. 1000 del 07.11.2019 [file.pdf]
- Catalogo delle prestazioni specialistiche ed esami (V 6.8) [file.excel]

Materiale informativo

- Locandina [file.pdf]
- Brochure pieghevole [file.pdf]


Informazione a cura dell'Urp della Sanità

ultimo aggiornamento 8 novembre 2019